Questo sito utilizza cookie di sessione per l’autenticazione e cookie tecnici di monitoraggio o tecnologie affini.

Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Accedi alla Cookie Policy del sito Per saperne di piu'

Approvo

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE

CAERANO DI S.MARCO

NFORMATIVA SUI COOKIES

Questa informativa illustra in dettaglio come questo sito utilizza i cookie nonche' i file tipo cookie e le tecnologie sui suoi siti web, ad esempio i Local Shared Objects, noti anche come i "cookie di Flash", i Web beacon, ecc. Ci riferiremo a questi generalmente come cookie. Se visiti il nostro sito web e le impostazioni del tuo browser accettano i cookie, l'utilizzo dei nostri cookie sarà considerato accettato.

I cookie sono piccoli file inviati e memorizzati nel tuo computer dai siti web che visiti. I cookie sono memorizzati nella directory dei file del tuo browser. La volta successiva in cui visiterai il sito, il tuo browser leggerà il cookie e ritrasmettera' le informazioni al sito web o all'entità che originariamente ha creato il cookie. Per saperne di più su queste tecnologie e su come funzionano, visita, ad esempio, il sito allaboutcookies.org.

I cookies di sessione utilizzati in questo sito evitano il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti e non consentono l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.

I tempi di conservazione dei dati acquisiti dipendono dai tipi di cookie. I cookie della sessione scadono quando viene chiuso il browser. I cookie persistenti, incluso i Local Shared Objects cookie di Flash, hanno date di scadenza tipiche che vanno da due mesi fino a un paio di anni.

Per accedere alla 'COOKIE POLICY' presente in tutte le pagine del sito clicca qui:

http://www.iccaerano.edu.it/cookie

  • 3A_GLI EFFETTI SULLA SALUTE Matteo Facin Sebastiano Piovesan Riccardo Tedesco.jpg
  • 3A_I CINCQUE CONSIGLI Esmira Tosumoglu Lara Massolin.jpg
  • 3A_IL COPYRIGHT Matteo Torresan Matteo Visentin Alberto Brunetta.jpg
  • 3A_IL GALATEO ONLINE Claudia Calzamatta Arianna Bordin Amelia Favero Sandy Bottin.jpg
  • 3A_LE FAKE NEWS Marika Trevisi Giada Garbujo.jpg
  • 3A_PROTEGGERE LA PRIVACY Aurora Fasan Giulia Poloniato.jpg
  • 3A_VIRUS  MALWARE Andrea Danci Luca Bandiera.jpg
  • 3B_IL COPYRIGHT Andrea Bottegal Alex Tanase Simone Girotto.jpg
  • 3B_IN CASO DI BULLISMO Riccardo Cavallin Leonardo Cavasin Colin Cremasco.jpg
  • 3B_LA NUOVA SOLITUDINE Camilla Morlin Iljas Melek.jpg
  • 3B_LE FAKE NEWS Leonardo Bettio Gianluca Zen Tommaso Schiavinato.jpg
  • 3B_LE NUOVE PAROLE Anna Rodato Lucia Spadetto Mariele Calzamatta.jpg
  • 3C_GLI HACKER Pierce Martins Oscor Comazzetto Matteo Filippin.jpg
  • 3C_I CINQUE CONSIGLI Giorgia Morlin Andrea Dalla Lana Diletta Deon.jpg
  • 3C_IL COPYRIGHT Anna Basso Aurora Gaffo Irene Galina  Marijana Malesevic.jpg
  • 3C_IL PEGI Lorenzo Facin Francesco Santin Alberto Garbujo.jpg
  • 3C_LA PRIVACY Riccardo Terzariol Marco Gazzola Giacomo Cavarzan.jpg
  • 3C_LE DIPENDENZE Angelica Pasqualotto Sara Sabadotto Diego Baldo Alessia Bandiera.jpg
  • 3D_I RISCHI PER LA SALUTE Ludovica Deon Marta Gusatto Sara Facin.jpg
  • 3D_I RISULTATI DEL QUESTIONARIO Albin Sejdiju Edoardo Gallina Giacomo Mondin Stefano Morandin.jpg
  • 3D_LA DIPENDENZA Davide Vendramini Mirco Facin Yassir Attaoui.jpg
  • 3D_RISCHI DEI SOCIAL Alessandro Bonora Alessandro Coci Alice Rebuli.jpg
  • 3D_SALVAGUARDARE LA PRIVACY Clevia Lusha Ilaria Floria Giada Vallarelli Nermana Pasic.jpg

Formazione

SITO PIANO FORMATIVO I.C.CAERANO DI SAN MARCOSito AMBITI FORMATIVI dell'Istituto Comprensivo di Caerano di S.Marco

Piattaforma GSuite

GSUITE FOR EDUCATION ICCAERANOPiattaforma GSuite For Education I.C.Caerano di S.Marco

 

meet google logoF.A.D. Lezioni a distanza e videoconferenze con Meet, completamente integrato con GSuite

 

piattaformaSOFIAS.O.F.I.A. il Sistema Operativo per la Formazione e le Iniziative di Aggiornamento dei docenti

Sezione Orientamento

rete orizzontiServizio di orientamento scolastico e informazione della rete orizzonti alle famiglie, ai ragazzi

Sezione Sicurezza

Progetto Scuola LD C E D U C H A N G E  I.C.CAERANO S.MARCO

Notiziario

La Pignera - Anno XVI n.42

Sfoglia il nuovo numero del Giornale Scolastico digitale "La Pignera" Anno XVI n.42 nella sezione dedicata in menù home. In questa edizione periodica potrai leggere gli articoli sull'incontro con il giornalista Roberto Brumat a cura degli alunni Mattia Martinazzo, Veronica Rossi, Chiara Cagnano, Denise Visentin, Li Gioia; la citazione a Don Giorgio Morlin in occasione del giorno della memoria, l'articolo in prima pagina del presidente del Consiglio Davide Spadetto sulla giornata "Camminando con la scuola", gli articoli di fondo "Le competenze linguistiche alla base di ogni apprendimento" e "Scegliere il proprio futuro". Le tematiche trattate durante la settimana SERR e le lezioni sul CODING IN PRIMARIA. Le attività e i saggi di Natale con la Mostra del Libro a Scuola, l'evento "Accendiamo l'Albero" in piazza e tutte le poesie di ciascuna classe della scuola primaria, l'articolo sugli Jupiter Voices in concerto a cura del Vicepresidente del Consiglio Cristina Menegon e ancora "Caerano canta il Natale" e "Dicembre... aria di festa! Troverai anche il codice QR CODE dell'Istituto Comprensivo di Caerano S.Marco e gli approfondimenti su tutti i laboratori pomeridiani ed il Centro Sportivo Scolastico C.S.T. I.C.Caerano, con un approfondimento sulla Settimana dello Sport 2017 a cura dell'alunna Giulia Pellizzari. 

I contributi per gli articoli della prossima edizione possono essere trasmessi alla segreteria della scuola Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  o consegnati ai redattori. Buona lettura dalla redazione de La Pignera

 

La Pignera - Anno XV n.41

Sfoglia il nuovo numero del Giornale Scolastico digitale "La Pignera" Anno XV n.41 nella sezione dedicata in menù home. In questa edizione periodica potrai leggere gli articoli su Music in Progress 2016 e la sua storia, il Mercatutto dei ragazzi con i loro 12 stands, le attività nell'ambito del progetto continuità del Piano dell'Offerta Formativa, il Giorno della Memoria tratto da "Les mémoires de la Shoah, in Le Monde" di A.Cojean, il laboratorio di disegno e modellaggio, Laudato Sii nell'ambito dell'UdA sulla biodiversità, le attività e i saggi di fine anno scolastico, l'orto scolastico e gli articoli dedicati allo Sport a Scuola.  Troverai anche la documentazione di alcune uscite didattiche della Scuola Primaria e della Scuola Secondaria di I grado, l'esperienza lnvalsi di un'alunna, la poesia dell'alunna H.Abdeddine e il corso di scacchi... e non è matto!

I contributi per gli articoli della prossima edizione possono essere trasmessi alla segreteria della scuola Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  o consegnati ai redattori. Buona lettura dalla redazione de La Pignera

La Pignera - Anno XV n.40

Sfoglia il nuovo numero del Giornale Scolastico digitale "La Pignera" Anno XV n.40 nella sezione dedicata in menù home. In questa edizione periodica potrai leggere gli articoli sulla Mostra Mercato del libro, A lezione di convivenza, La Primaria lavora per l"ambiente, l'Uscita di accoglienza della scuola secondaria, Le fasi del progetto continuità (con le novità della.s.2015/16), i laboratori della Giornata Senza Cartella. Troverai anche le iniziative svoltesi in occasione delle festività natalizie con tutte le poesie lasciate sotto l'albero dai bambini della scuola primaria e una riflessione delle classi terze di scuola secondaria, dopo la visione di Joyeux Noël.

I contributi per gli articoli della prossima edizione possono essere trasmessi alla segreteria della scuola Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  o consegnati ai redattori. Buona lettura dalla redazione de La Pignera

La Pignera - Anno XIV n.39

Sfoglia il nuovo numero del Giornale Scolastico digitale "La Pignera" Anno XIV n.39 nella sezione dedicata in menù home. Questa edizione periodica è dedicata ai diritti dei bambini, con gli articoli di approndimento sulla Giornata dei diritti dell'infanzia e Il discorso di Malala Yousafzai premio Nobel per la pace 2014, e all'alimentazione sostenibile di fronte ai grandi temi della Costitutzione di Milano, I tre paradossi globali del cibo, Cibi sani e lotta all'obesità, il Discorso di papa Francesco ai partecipanti all’incontro promosso dal “Banco Alimentare”, 10.000 orti in Africa per combatttere la fame. Troverai anche un interessante articolo sulla "scuola gustosa" con la ricetta della marmellata di pere cotogne di maestra Donatella.

I contributi per gli articoli della prossima edizione possono essere trasmessi alla segreteria della scuola Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  o consegnati ai redattori. Buona lettura dalla redazione de La Pignera

La Pignera - Anno XIV n.38

Sfoglia il nuovo numero del Giornale Scolastico digitale "La Pignera" Anno XIV n.38 nella sezione dedicata in menù home. In questa edizione periodica troverai gli articoli di approndimento sugli eventi del Mercatutto e di Eco-Sosteniamoci, le lezioni all'aperto dell'orto scolastico: "orti ai bambini per salvare il mondo", le riflessioni sui Progetti EXPO2015 e Più Sport@Scuola, i reportage dei ragazzi su L'ora della Terra a Caerano, il viaggio di istruzione a Trento, il Progetto Sicurezza e la festa di Carnevale con il Bosco Incantato, le considerazioni dei docenti su KET for Schools 2015, Thetrino Acle all'I.C.di Caerano di S.Marco, Uomini e Donne di valore, l'articolo dei genitori sul Progetto Scacchi sperimentato a scuola.

I contributi per gli articoli della prossima edizione possono essere trasmessi alla segreteria della scuola Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  o consegnati ai redattori. Buona lettura dalla redazione de La Pignera

N.B.: l'edizione n.38 anno XIV è stata integrata con il saluto di commiato alla carriera delle prof.sse Laura Ceccato e Valeria Tonel. Per scaricare la versione integrale e aggiornata dell'ultima edizione del giornale scolastico ti invitiamo a ripetere qui il download o visita la pagina La Pignera dal menù.

La Pignera - Anno XIV n.37

Sfoglia il nuovo numero del Giornale Scolastico digitale "La Pignera" nella sezione dedicata in menù home. In questa edizione periodica troverai l'avventura nella laguna di Caorle in occasione dello stage formativo Guardiani della Natura, gli approfondimenti della Giornata Camminando con la Scuola 2014, le riflessioni del Presidente del CdI al suo nuovo mandato, uno sguardo alle professioni oltre la scuola secondaria, le attività intraprese per la Festa degli Alberi e nella settimana SERR, il folder riepilogativo allo stato dei progetti della scuola primaria "A.Canova", tutte le poesie lasciate sotto l'albero dai bambini e le iniziative della mostra del libro e del Nontiscordardimé.

Il prossimo numero uscirà a giugno 2015, i contributi alla prossima edizione possono essere trasmessi alla segreteria della scuola Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  o consegnati ai redattori entro il 15 maggio 2015. Buona lettura dalla redazione de La Pignera

 

 

Sede Provvisoria Istituito Comprensivo di Caerano di S.Marco

Amministrazione: VIA SAN PIO X, n°3 - tel.0423.650095

         Scuola Primaria e Secondaria: Piazza della Repubblica, n°3 - tel.0423.650104         

 

 
 

Valutazione e Miglioramento NIV

• Piano di Miglioramento (PdM)
• Rapporto di AutoValutazione (RAV)
• Rendicontazione Sociale (Sistema Nazionale di Valutazione)

 

dell'Istituzione Scolastica TVIC83100R
Istituto Comprensivo 
Caerano di San Marco

PDM icCAERANO

Triennio 2019/2022

Questi documenti contengono il Piano di Miglioramento dell'Istituto Comprensivo di Caerano di San Marco elaborato dal Nucleo di Valutazione di Istituto e emesso il 15 gennaio 2016, il Rapporto  di AutoValutazione del triennio di  riferimento 2019/2022, la Rendicontazione Sociale anno di pubblicazione 2019 ed elaborata secondo il sistema nazionale  di valutazione. I presenti piani potranno essere oggetto di revisione all'inizio di ogni anno scolastico.

Accedi ai download per consultare i documenti:

DownloadPIANO DI MIGLIORAMENTO IC CAERANO DI S.MARCOAtto integrale PdM 2015/2018 - proprietà I.C.Caerano di S.Marco - Copyright@2018 Tutti i diritti riservati

DownloadRAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONEAtto Integrale RAV 2019/2022 - proprietà I.C.Caerano di S.Marco - Copyright@2019 Tutti i diritti riservati

DownloadRENDICONTAZIONE SOCIALEAtto integrale RENDICONTAZIONE SOCIALE 2019 - proprietà I.C.Caerano di S.Marco - Copyright@2019 Tutti i diritti riservati

Valutazione e Miglioramento è un progetto che si pone la finalità di promuovere il miglioramento delle scuole mediante percorsi di valutazione e autovalutazione, realizzato da INVALSI con il contributo dei fondi strutturali europei.

Il progetto intende promuovere il miglioramento delle istituzioni scolastiche attraverso il confronto tra punti di vista interni ed esterni alla scuola e l’attivazione di processi interni finalizzati all’autovalutazione e all’apprendimento organizzativo.

diagramma invalsi Il punto di partenza del progetto è favorire la funzione formativa della valutazione attraverso l’analisi dei processi interni, la restituzione di informazioni alle scuole e la promozione presso le istituzioni scolastiche di pratiche orientate alla lettura e interpretazione dei feedback ricevuti, al fine di regolare le azioni successive e attivare processi di miglioramento.

Valutazione e Miglioramento si pone dunque due obiettivi: testare procedure e strumenti per mettere a punto un modello di valutazione esterna delle scuole e validare strumenti per l’autovalutazione delle strategie didattiche.

 Valutazione e Miglioramento presso l’I.C.di Caerano di San Marco

A partire dall’a.s. 2013/2014 il nostro Istituto ha intrapreso il percorso di Valutazione e Miglioramento con la visita di un team di valutatori esterni che ha restituito alla scuola un rapporto di valutazione individualizzato con l’indicazione di piste e suggerimenti per il miglioramento. Il percorso ha visto anche l’osservazione in classe da parte di osservatori appositamente formati, aggiungendo al percorso l’analisi, a fini esplorativi di ricerca, delle pratiche didattiche ed educative.

L’Istituto ha ritenuto importante il processo di Valutazione e Miglioramento tanto da individuare la necessità di una specifica funzione strumentale che proponesse e coordinasse le fasi successive alla valutazione da parte degli auditor esterni. È nato anche un gruppo di valutazione di Istituto composto essenzialmente dalle funzioni di sistema e da insegnanti, sia della scuola primaria che secondaria, attenti all’innovazione e alla ricerca. Dall’analisi del rapporto di valutazione rilasciato dagli osservatori esterni è stata scelta come area di interesse per la promozione di azioni di miglioramento, quella legata alla “Selezione dei saperi, scelte curricolari e offerta formativa”.

Finalità generali

Offrire un curricolo di scuola adeguato ai bisogni dell’utenza; garantire pari opportunità di apprendimento agli studenti delle varie classi; ridurre i divari negli esiti degli studenti in uscita.

Obiettivi specifici

Garantire agli studenti delle classi della scuola primaria e della scuola secondaria le stesse opportunità di apprendimento attraverso una progettazione comune; migliorare l'equità degli esiti tra gli studenti delle classi della primaria e della secondaria.

LA VALUTAZIONE

La valutazione degli alunni si colloca in rapporto funzionale e dinamico con i percorsi formativi e assume carattere promozionale, formativo, orientativo in quanto concorre ad adeguare il percorso didattico. Si esplica attraverso un percorso che muove dalla conoscenza dell’alunno, considera gli apprendimenti conseguiti e si conclude con una valutazione complessiva.

La valutazione è parte integrante del percorso formativo, non solo come controllo degli apprendimenti, ma anche come verifica dell’intervento didattico al fine di operare con flessibilità sul progetto educativo e assicurare l’indispensabile processo di miglioramento continuo.

La valutazione ha scadenza quadrimestrale e si articola in tre fasi:

  • la valutazione iniziale: serve ad individuare, attraverso la somministrazione di prove d’ingresso, il livello di partenza degli alunni;

  • la valutazione in itinere, realizzata attraverso diverse tipologie di verifiche. Si propone di raccogliere informazioni analitiche sul processo di apprendimento. Favorisce l’autovalutazione da parte degli studenti e fornisce ai docenti indicazioni per attivare correttivi alla propria didattica, predisponendo eventuali interventi di rinforzo/recupero;

  • la valutazione quadrimestrale intermedia e finale. Permette la formulazione di un giudizio sulle competenze acquisite dallo studente in un determinato periodo di tempo o al termine dell’anno scolastico. È collegiale, su proposta del docente di disciplina.

Agli studenti e alle famiglie viene assicurata una trasparente informazione sui criteri e sui risultati delle valutazioni effettuate nei diversi momenti del percorso scolastico, promuovendone la partecipazione e la corresponsabilità educativa, nella distinzione di ruoli e funzioni.

Tenuto conto dei diversi percorsi personali, l’Istituto valuta i progressi evidenziati rispetto alla situazione iniziale di ciascun alunno. Nel pieno rispetto della trasparenza l’Istituto adotta criteri omogenei e predeterminati di valutazione; resta inteso che tali criteri devono essere adattati ai bisogni educativi specifici di ogni alunno per rispondere alle individuali caratteristiche, capacità e potenzialità senza risolversi in una mera valutazione constatativa di trasmissione/ricezione del sapere. Pertanto la valutazione assume una preminente funzione formativa di accompagnamento dei processi di apprendimento e di stimolo al miglioramento continuo.

La valutazione del comportamento

Criteri che concorrono alla valutazione del comportamento

Rispetto

  • •       delle persone,
  • •       dell’ambiente e del materiale scolastico
  • •       del Regolamento d’Istituto
  • •       delle norme di sicurezza

Partecipazione

  • •       interesse per il lavoro proposto
  • •       partecipazione al dialogo educativo
  • •       apporto personale al dialogo educativo
  • •       frequenza scolastica
  • •       puntualità

Impegno

  • •       responsabilità nell’eseguire il lavoro scolastico
  • •       responsabilità nell’eseguire il lavoro domestico

Socializzazione

  • •       collaborazione con i compagni e i docenti
  • •       valorizzazione delle potenzialità del gruppo e delle diversità in esso presenti
    • •       comprensione dell’importanza del lavorare in gruppo
    • •       comprensione dell’importanza della suddivisione dei compiti
    • •       comprensione dell’importanza delle diversità individuali

Valutazione del comportamento nella scuola primaria: griglia di valutazione

La valutazione del comportamento degli studenti nella scuola primaria è espressa in maniera descrittiva.

Descrittore

Indicatori

Comportamento corretto, responsabile e disponibile nei confronti degli altri

  • •     Pieno rispetto delle norme disciplinari d’Istituto
  • •     Puntuale e serio svolgimento delle consegne scolastiche
  • •     Interesse e partecipazione propositiva alle lezioni ed alle attività della scuola
  • •     Correttezza nei rapporti interpersonali
  • •     Ruolo propositivo e collaborativo all’interno della classe

Comportamento corretto e responsabile

  • •     Rispetto delle norme disciplinari d’Istituto
  • •     Regolare adempimento dei doveri scolastici
  • •     Interesse e partecipazione attiva alle lezioni
  • •     Correttezza nei rapporti interpersonali
  • •     Ruolo collaborativo al funzionamento del gruppo classe

Comportamento abbastanza corretto

  • •     Osservazione delle norme fondamentali relative alla vita scolastica
  • •     Svolgimento non sempre regolare dei compiti assegnati
  • •     Discreta attenzione e partecipazione alle attività scolastiche
  • •     Sostanziale correttezza nei rapporti interpersonali
  • •     Ruolo positivo nel gruppo classe

Comportamento non sempre corretto e responsabile

  • •     Episodi limitati e non gravi di mancato rispetto del regolamento scolastico
  • •     Saltuario svolgimento dei compiti assegnati
  • •     Partecipazione discontinua all’attività didattica
  • •     Rapporti sufficientemente collaborativi con gli altri

Comportamento talvolta scorretto con gli insegnanti e/o con i compagni

Comportamento poco rispettoso delle norme scolastiche

  • •     Episodi di mancato rispetto del regolamento scolastico, anche soggetti a sanzioni disciplinari
  • •     Mancato svolgimento dei compiti assegnati
  • •     Scarsa partecipazione alle lezioni e disturbo dell’attività didattica
  • •     Rapporti problematici con gli altri

Comportamento di particolare gravità per cui sia stato reso necessario l’allontanamento dalla comunità scolastica dello studente per un periodo superiore a 15 gg

  • •     Mancato rispetto del regolamento scolastico, con gravi episodi che abbiano dato luogo alla sospensione dalle lezioni per almeno 15 gg
  • •     Mancato svolgimento dei compiti assegnati
  • •     Continuo disturbo delle lezioni
  • •     Comportamento scorretto nei confronti di adulti e coetanei
  • •     Funzione negativa nel gruppo classe
La valutazione del comportamento nella scuola secondaria di I grado

La valutazione del comportamento degli studenti di cui all’art. 2 del decreto legge 1 settembre 2008, n. 137, convertito, con modificazioni dalla legge 30 ottobre 2008, n. 169, risponde alle seguenti prioritarie finalità:

  • accertare i livelli di apprendimento e di consapevolezza raggiunti, con specifico riferimento alla cultura e ai valori della cittadinanza e della convivenza civile;

  • verificare la capacità di rispettare il complesso delle disposizioni che disciplinano la vita di ciascuna istituzione scolastica;

  • diffondere la consapevolezza dei diritti e dei doveri degli studenti all’interno della comunità scolastica, promuovendo comportamenti coerenti con il corretto esercizio dei propri diritti e al tempo stesso con il rispetto dei propri doveri, che corrispondono sempre al riconoscimento dei diritti e delle libertà degli altri;

  • dare significato e valenza educativa anche al voto inferiore a 6/10.

La valutazione del comportamento non può mai essere utilizzata come strumento per condizionare o reprimere la libera espressione di opinioni, correttamente manifestata e non lesiva dell’altrui personalità, da parte degli studenti.

La valutazione comportamento degli studenti nella scuola secondaria di primo grado, espressa in decimi in sede di scrutinio intermedio e finale, si riferisce a tutto il periodo di permanenza nella sede scolastica e comprende anche gli interventi e le attività di carattere educativo posti in essere al di fuori di essa. Viene espressa collegialmente dal Consiglio di classe ai sensi della normativa vigente e concorre, unitamente alla valutazione degli apprendimenti, alla valutazione complessiva dello studente.

In attuazione di quanto disposto dall’art. 2 comma 3 del decreto legge 1 settembre 2008, n. 137, convertito dalla legge 30 ottobre 2008, n. 169, la valutazione del comportamento inferiore alla sufficienza, ovvero a 6/10, riportata dallo studente in sede di scrutinio finale, comporta la non ammissione automatica dello stesso al successivo anno di corso o all’esame conclusivo del ciclo di studi.

La votazione insufficiente può essere attribuita dal Consiglio di classe soltanto in presenza di comportamenti di particolare ed oggettiva gravità. La valutazione insufficiente del comportamento, soprattutto in sede di scrutinio finale, deve scaturire da un attento e meditato giudizio del Consiglio di classe, esclusivamente in presenza di comportamenti di particolare gravità riconducibili alle fattispecie per le quali lo Statuto delle studentesse e degli studenti - D.P.R. 249/1998, come modificato dal D.P.R. 235/2007 e chiarito dalla nota prot. 3602/PO del 31 luglio 2008 - nonché i regolamenti di istituto prevedano l’irrogazione di sanzioni disciplinari che comportino l’allontanamento temporaneo dello studente dalla comunità scolastica per periodi superiori a quindici giorni (art. 4, commi 9, 9 bis e 9 ter dello Statuto).

L’attribuzione di una votazione insufficiente, vale a dire al di sotto di 6/10, in sede di scrutinio finale, ferma restando l’autonomia della funzione docente anche in materia di valutazione del comportamento, presuppone che il Consiglio di classe abbia accertato che lo studente:

1.nel corso dell’anno sia stato destinatario di almeno una delle sanzioni disciplinari che comportino l’allontanamento temporaneo dello studente dalla comunità scolastica per periodi superiori a 15 giorni;

2.successivamente alla irrogazione delle sanzioni di natura educativa e riparatoria previste dal sistema disciplinare, non abbia dimostrato apprezzabili e concreti cambiamenti nel comportamento, tali da evidenziare un sufficiente livello di miglioramento nel suo percorso di crescita e di maturazione in ordine alle finalità educative ritenute prioritarie.

Il particolare rilievo che una valutazione di insufficienza del comportamento assume nella carriera scolastica dell’allievo richiede che la valutazione stessa sia sempre adeguatamente motivata e verbalizzata in sede di effettuazione dei Consigli di classe sia ordinari che straordinari e soprattutto in sede di scrutinio intermedio e finale.

Griglia di valutazione comportamento scuola secondaria di I grado

Decimi

Descrittore

Indicatori

10

Comportamento corretto, responsabile e disponibile nei confronti degli altri

  • •        Pieno rispetto delle norme disciplinari d’Istituto
  • •        Frequenza assidua o assenze sporadiche, rari ritardi e/o uscite anticipate
  • •        Puntuale e serio svolgimento delle consegne scolastiche
  • •        Interesse e partecipazione propositiva alle lezioni ed alle attività della scuola
  • •        Equilibrio nei rapporti interpersonali
  • •        Ruolo propositivo e collaborativo all’interno della classe

9

Comportamento corretto e responsabile

  • •        Rispetto delle norme disciplinari d’Istituto
  • •        Frequenza assidua o assenze sporadiche, rari ritardi e/o uscite anticipate
  • •        Regolare adempimento dei doveri scolastici
  • •        Interesse e partecipazione attiva alle lezioni
  • •        Equilibrio nei rapporti interpersonali
  • •        Ruolo collaborativo al funzionamento del gruppo classe

8

Comportamento abbastanza corretto

  • •        Osservazione delle norme fondamentali relative alla vita scolastica
  • •        Alcune assenze, ritardi e/o uscite anticipate
  • •        Svolgimento generalmente regolare dei compiti assegnati
  • •        Discreta attenzione e partecipazione alle attività scolastiche
  • •        Sostanziale correttezza nei rapporti interpersonali
  • •        Ruolo positivo nel gruppo classe

7

Comportamento non sempre corretto e responsabile

  • •        Episodi limitati e non gravi di mancato rispetto del regolamento scolastico
  • •        Ricorrenti assenze, ritardi e/o uscite anticipate
  • •        Saltuario svolgimento dei compiti assegnati
  • •        Partecipazione discontinua all’attività didattica
  • •        Rapporti sufficientemente collaborativi con gli altri

6

Comportamento talvolta scorretto con gli insegnanti e/o con i compagni

Comportamento poco rispettoso delle norme scolastiche

  • •        Episodi di mancato rispetto del regolamento scolastico, anche soggetti a sanzioni disciplinari
  • •        Frequenti assenze e numerosi ritardi e/o uscite anticipate
  • •        Mancato svolgimento dei compiti assegnati
  • •        Scarsa partecipazione alle lezioni e disturbo dell’attività didattica
  • •        Rapporti problematici con gli altri

5

Comportamento di particolare gravità per cui sia stato reso necessario l’allontanamento dello studente per un periodo superiore a 15 gg

  • •        Mancato rispetto del regolamento scolastico, con gravi episodi che abbiano dato luogo alla sospensione dalle lezioni per almeno 15 gg
  • •        Numerose assenze e continui ritardi e/o uscite anticipate
  • •        Mancato svolgimento dei compiti assegnati
  • •        Continuo disturbo delle lezioni
  • •        Comportamento scorretto nei confronti di adulti e coetanei
  • •        Funzione negativa nel gruppo classe

La valutazione degli apprendimenti

La valutazione degli apprendimenti è espressa in decimi ed è accompagnata, se necessario, da giudizi sintetici o analitici. (art 3 legge n169/2008) Per essere ammessi alla classe successiva sarà necessario avere almeno il sei in ogni materia. L’eventuale non ammissione alla classe successiva sarà decisa con votazione unanime dai docenti della classe per la scuola primaria; a maggioranza dal consiglio di classe per la scuola secondaria. Gli insegnanti utilizzano delle specifiche griglie per la valutazione delle varie tipologie di prove. Le griglie sono condivise e approvate dal Collegio Docenti.

La valutazione delle competenze

A seguire è riportata la griglia utilizzata per valutare le competenze in uscita dell’alunno per ogni disciplina. Fa riferimento al documento redatto dalla dott.ssa Franca DA RE “Curricolo scuola primaria e secondaria di primo grado con riferimento alle Indicazioni Nazionali del 2012.

Grado

Voto

Descrittore

Eccellente

(E)

10

Padroneggia in modo completo e approfondito le conoscenze e le abilità.

In contesti conosciuti: assume iniziative e porta a termine compiti in modo autonomo e responsabile; è in grado di dare istruzioni ad altri; utilizza conoscenze e abilità per risolvere autonomamente problemi; è in grado di reperire e organizzare conoscenze nuove e di mettere a punto procedure di soluzione originali.

Avanzato

(Av)

8/9

Padroneggia in modo adeguato tutte le conoscenze e le abilità.

Assume iniziative e porta a termine compiti affidati in modo responsabile e autonomo.

E’ in grado di utilizzare conoscenze e abilità per risolvere problemi legati all’esperienza con istruzioni date e in contesti noti.

Adeguato

(Ad)

7

Padroneggia in modo adeguato la maggior parte delle conoscenze e delle abilità.

Porta a termine in autonomia e di propria iniziativa i compiti dove sono coinvolte conoscenze e abilità che padroneggia con sicurezza; gli altri, con il supporto dell’insegnante e dei compagni.

Basilare

(B)

6

Padroneggia la maggior parte delle conoscenze e le abilità, in modo essenziale.

Esegue i compiti richiesti con il supporto di domande stimolo e indicazioni dell’adulto o dei compagni.

Il punto di partenza del progetto è favorire la funzione formativa della valutazione attraverso l’analisi dei processi interni, la restituzione di informazioni alle scuole e la promozione presso le istituzioni scolastiche di pratiche orientate alla lettura e interpretazione dei feedback ricevuti, al fine di regolare le azioni successive e attivare processi di miglioramento.

Valutazione e Miglioramento si pone dunque due obiettivi: testare procedure e strumenti per mettere a punto un modello di valutazione esterna delle scuole e validare strumenti per l’autovalutazione delle strategie didattiche.

banner sistemavalutazioneLogo miurgannt-miur

Il procedimento di valutazione

Con il DPR 28 marzo 2013, n. 80 è stato emanato il regolamento sul Sistema Nazionale di Valutazione (SNV) in materia di istruzione e formazione.
In vista dell’avvio del Sistema Nazionale di Valutazione è stato istituito presso la Direzione generale degli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzioneun nucleo di start up dal carattere interistituzionale (MIUR,INVALSIINDIRE, Dirigenti tecnici ed Esperti del mondo della scuola)  in cui vengono fatte tutte le scelte di carattere strategico per la messa a regime del sistema.

Il sistema nazionale di valutazione sarà attivato per tappe successive nel prossimo triennio secondo la seguente successione temporale:

1.a. AUTOVALUTAZIONE
Le istituzioni scolastiche (statali e paritarie) sono chiamate a sviluppare - nel corrente anno scolastico – un’attività di analisi e di valutazione interna partendo da dati ed informazioni secondo il percorso delineato dal Rapporto di autovalutazione (RAV). 
Il RAV è da elaborare, entro il primo semestre 2015, esclusivamente on line attraverso una piattaforma operativa unitaria. 

1.b. VALUTAZIONE ESTERNA
Nel corso del prossimo anno scolastico è prevista l’attivazione della fase di valutazione esterna attraverso le visite alle scuole dei nuclei. Saranno coinvolte circa 800 istituzioni scolastiche, secondo quanto previsto dalla Direttiva 11/2014. Quest’ultime in parte (3%) saranno scelte casualmente, in parte (7%) saranno individuate sulla base di specifici indicatori di efficienza e di efficacia. 

1.c. AZIONI DI MIGLIORAMENTO – AGGIORNAMENTO RAV 
A partire dal prossimo anno scolastico, in coerenza con quanto previsto nel RAV, tutte le scuole pianificano e avviano le azioni di miglioramento, avvalendosi eventualmente del supporto dell’INDIRE o di altri soggetti pubblici e privati (università, enti di ricerca, associazioni professionali e culturali). 
Un primo aggiornamento del RAV, finalizzato alla verifica dello stato di avanzamento del processo e ad un’eventuale ritaratura degli obiettivi, è previsto per il mese di luglio 2016.

1.d. Valutazione esterna - Azioni di miglioramento – Azioni di rendicontazione sociale
Nel terzo anno di messa a regime del procedimento di valutazione in cui proseguono l’autovalutazione, la valutazione esterna e le iniziative di miglioramento, le scuole promuovono, in chiave dinamica, anche a seguito della pubblicazione di un primo rapporto di rendicontazione, iniziative informative pubbliche ai fini della rendicontazione sociale, ultima fase del procedimento.

Cerca nel sito...

REGISTRO ELETTRONICO

REGISTRO ELETTRONICO NUVOLAAccedi al registro elettronico Nuvola. Clicca qui →

IBAN e PAGAMENTI

IBAN ICCAERANOI.C.Caerano

IT07N0306964707100000046006

Altre modalità di pagamenti elettronici. Clicca qui →

Agenda Eventi

Pubblicazione di eventi pubblici della scuola, impegni e riunioni scolastiche, visite e viaggi di istruzione, corsi formazione

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Portale Argo

albo pretorio

Albo Pretorio by ARGO Logo Colori RGB

amministrazione trasparenteAmministrazione T. by ARGO Logo Colori RGB

Pon 2014-2020.Progetti MIUR

PON logo

DOCUMENTAZIONE PON "GENITORI IN GIOCO" PROGETTI MIUR PNSD

Supplenti ARGO•MAD

Nuovi criteri in vigore dal 18/02/2020ARGO MAD

Collegamenti utili

Banner IoScelgoIoStudio 02Il portale MIUR per l'orientamento al secondo grado e al post diploma

 

amazon: un click per la scuolal'Istituto Comprensivo di Caerano di S.Marco aderisce all'iniziativa "Un click per la scuola". Attiva la donazione di Amazon del 2,5% facendo solo una volta il login: clicca sul logo e scegli la Scuola Primaria "Antonio Canova"

ScuolaInChiaroScuola in Chiaro ti permette di cercare le scuole, esaminare e confrontare le loro caratteristiche

fruttanellescuole
programma europeo del Ministero delle Politiche Agricole e Alimentari in collaborazione con il MIUR

LOGO ISTANZEonLINEProgetto POLIS: Presentazione On Line delle IStanze

LOGO MIURMinistero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

INVALSIIstituto Nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione

LOGO INDIREIstituto Nazionale di documentazione, innovazione e ricerca educativa

logo laBuonaScuolaDigitalePiano a valenza pluriennale per l'innovazione digitale a partire dai Fondi Strutturali Europei PON 2014-2020 e dai fondi della legge 107/2015 La Buona Scuola

youtube visita il nostro canaleCanale YouTube dedicato all'Istituto Comprensivo di Caerano di S.Marco

school bonus L.R.19/01/2001 n.1school bonus L.R.19/01/2001 n.1

Buono Scuola Regione Veneto 2020buono-scuola L.R.19/01/2001 n.1 e D.G.R.14/02/2020 n.159

bussola report